CASHBACK – DOMANDE FREQUENTI

- 2 Dicembre 2020 18 Gennaio, 2021 Novità

 IL CASHBACK CHE COSA È?

E’ un piano messo a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento, al fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente.

GLI ACQUISTI EFFETTUATI NEI NEGOZI CONCORRONO AL RIMBORSO

Usa la carta di credito, il Bancomat, la carta di debito, Satispay,  Pospetapy, nei supermercati e nei negozi, bar e ristoranti, ma anche con l’idraulico, il meccanico, l’avvocato, l’architetto e gli altri artigiani e professionisti.

NESSUNA OPERAZIONE È IN CARICO ALL’ESERCENTE.

Maggiori informazioni su https://www.cashlessitalia.it

COME PARTECIPARE

Per partecipare assicurati di avere SPID o la Carta d’Identità elettronica (CIE).

Puoi richiederlo gratuitamente a uno dei provider che trovi sul sito spid.gov.it.

Puoi richiedere il rilascio della CIE presso il tuo Comune.

Poi scarica l’app IO e, dopo l’avvio del Cashback, abilita  in app le carte che utilizzi per i pagamenti.

CASHBACK IN PRATICA:

Rimborso del 10% se usi carte e app. Fino a 300 Euro all’anno, cioè fino a 150 Euro a semestre con almeno 50 pagamenti.

Usala sempre nei supermercati e nei negozi, bar e ristoranti, ma anche con l’idraulico, il meccanico, l’avvocato, l’architetto e gli altri artigiani e professionisti.

NON VALE PER GLI ACQUISTI ONLINE.

Il rimborso massimo per singola transazione è di 15 Euro.

Ogni 6 mesi i primi 100.000 cittadini a fare più transazioni avranno 1.500 Euro. Quindi con il Super Cashback puoi guadagnare fino a 3.000 Euro all’anno.

IN SINTESI:

 1-Serve Spid o Carta d’indentità elettronica

La prima cosa da fare è assicurarsi di avere Spid (il Sistema pubblico di identità digitale) o la Carta d’Identità elettronica (Cie). La prima può essere richiesta a uno dei provider che trovi sul sito spid.gov.it. A rilasciare la seconda è il proprio comune di appartenenza.

 2-Scaricare l’App IO

Il passo successivo consiste nello scaricare l’app Io, l’applicazione dei servizi pubblici (io.italia.it). È a stessa già utilizzata per i pagamenti con pagoPa e per il bonus vacanze. Al momento è stata scaricata da 4,3 milioni di possessori di carte.

 3-Abilitare le carte di pagamento

Dopo l’avvio del Cashback, vanno abilitate le carte che si utilizzano per i pagamenti. Vanno indicati gli estremi delle proprie carte di credito e bancomat, aggiungendo il codice Iban del conto sul quale si vuole ricevere il rimborso.Sulla app sarà possibile controllare i pagamenti fatti, che danno diritto a ricevere indietro il 10%.

NESSUNA OPERAZIONE È IN CARICO ALL’ESERCENTE.

Anche ulteriori gestori permettono l’attivazione delle carte di pagamento per partecipare al cashback (Banche, Poste, ecc..)

Per ogni approfondimento, è necessario rivolgersi alla propria Agenzia Bancaria o Postale.